Per le cure,aspettano te

Dona ora

I bambini nati con una malformazione del volto sono in attesa delle cure di cui hanno bisogno ormai da mesi, a causa della pandemia.Cure che cambierebbero per sempre le loro vite.

Nessun bambino al mondo dovrebbe attendere le cure mediche di cui ha bisogno.
Nessun bambino nato con una malformazione del volto dovrebbe aspettare per ricevere il sorriso.

Tu puoi fare la differenza! Insieme ai nostri volontari, medici ed operatori sanitari, potremo garantire ad un bambino le cure che da mesi attende. Non possiamo lasciare indietro nessun bambino.

Tu puoi garantire le cure che aspettano!

Dona ora

Nessun bambino al mondo dovrebbe attendere le cure mediche di cui ha bisogno.
Nessun bambino nato con una malformazione del volto dovrebbe aspettare per ricevere il sorriso.

Tu puoi fare la differenza! Insieme ai nostri volontari, medici ed operatori sanitari, potremo garantire ad un bambino le cure che da mesi attende. Non possiamo lasciare indietro nessun bambino.

Tu puoi garantire le cure che aspettano!

Dona ora

Oltre 400 bambini ogni giorno,si aggiungono alla lista d’attesa

Sempre più bambini hanno bisogno di cure e non possono riceverle a causa dell’emergenza. Negli ultimi mesi, più di 10.000 si sono aggiunti alla lista di attesa. Altri se ne aggiungeranno. Questi bambini non hanno alcuna certezza di essere curati.

I Sistemi Sanitari locali di molti dei Paesi nei quali operiamo, già fragili, sono stremati a causa della pandemia. Abbiamo visto crescere le liste d’attesa, abbiamo sentito l’angoscia dei genitori per i loro figli che aspettano cure.

In alcuni Paesi tra cui l’Italia, il Vietnam, la Cina e l’Egitto, abbiamo ripreso le cure e l’assistenza chirurgica ma è fondamentale, man mano che riprenderemo le attività anche nelle altre zone in cui interveniamo, essere pronti perché le cure sono urgenti.

Ogni gesto, il tuo gesto, porta ad un sorriso: ogni donazione, la tua donazione, può cambiare una vita!

21_LX_00_W_02_A backlog gennaio acquisizione web

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.
Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €50,00

30€ per il Progetto Smile House in Italia.

50€ per intervenire dove c’è più bisogno.

180€ per un sorriso.

LE MALFORMAZIONI DEL VOLTO:IL PROBLEMA E LA SOLUZIONE

Il labbro leporino o la palatoschisi sono malformazioni del volto che condizionano la vita di un bambino. Un bambino che nasce con queste patologie, in Paesi a basso e medio reddito, vive una vita di dolore ed isolamento.

Per questo, un percorso di cure adeguato e un intervento chirurgico sono fondamentali per trasformare un volto e una vita di sofferenza, in un sorriso.

Ma le cure necessarie e le terapie adeguate non sono accessibili a tutti.

NOI E IL NOSTRO IMPEGNO

Insieme ai nostri medici volontari, infermieri e operatori sanitari e grazie a chi ha scelto di stare al nostro fianco, curiamo ed assistiamo gratuitamente bambini che in Italia e nel mondo nascono con malformazioni del volto.

  • Smile House: 3 Centri multidisciplinari, attivi oggi a Milano, Roma e Vicenza, di diagnosi, cura, formazione e ricerca, nell’ambito delle malformazioni al volto e 2 Ambulatori multispecialistici, attivi ad Ancona e Cagliari
  • 6.212 pazienti visitati
  • 259 pazienti operati
  • 11.486 consulenze multidisciplinari
  • 111 missioni mediche
  • Oltre 15.000 pazienti curati
  • 31 Centri di Cura in 19 Paesi che offrono cure durante tutto l’arco dell’anno
  • Oltre 314.000 persone curate dal 1982 ad oggi

* dati relativi al periodo luglio 2019 - giugno 2020 (anno fiscale di Operation Smile)

IL NOSTRO IMPEGNO NELL’EMERGENZA COVID

Fin all’inizio della pandemia, le missioni mediche e le partenze dei volontari sono state sospese, per proteggere e tutelare i medici volontari, gli operatori sanitari, i pazienti, lo staff e gli studenti coinvolti nelle nostre attività internazionali.

La Fondazione in Italia, come anche l’Organizzazione Internazionale, si sono attivate per assistere, con tempestività e sicurezza, i pazienti e le loro famiglie, anche a distanza. Non appena le condizioni di sicurezza lo hanno permesso, i programmi medici sono ripresi gradualmente, garantendo il rispetto delle linee guida indicate per la riduzione del rischio di contagio.

AGLI OSPEDALI ITALIANI INSIEME ABBIAMO DONATO