DAL MADAGASCAR, IN ITALIA, PER ACCOMPAGNARE CECILIA

CONDIVIDI SU:

Raherison Romain è un chirurgo pediatra del Madagascar, sposato con due figlie.
Ha conosciuto Operation Smile nel 2014, durante una missione medica nell’ospedale di Antananarivo, dove lavora. Incuriosito, ha chiesto informazioni ai coordinatori locali, e dal quel momento ha deciso di diventare volontario dell’organizzazione.

Ad oggi ho partecipato a 10 missioni tutte in Madagascar, la soddisfazione più grande del mio lavoro è poter fare del bene nella mia terra, alla mia gente. Il fatto di poter aiutare bambini che nascono con malformazioni e contribuire a poter cambiare le loro vite è davvero qualcosa che non si può spiegare” racconta Romain.

Operation Smile è presente in Madagascar dal 2007 e da allora sono stati condotti programmi medici in diverse città tra cui Antananarivo, Antsirabe e Tamatave, grazie ai quali sono stati curati oltre 1.550 pazienti con labbro leporino, palatoschisi e altre malformazioni al volto.

Il Dottor Romain oggi è Medical Director di Operation Smile Madagascar.

A fine novembre è venuto a Roma per accompagnare la piccola Cecilia, una bambina nata con la labioschisi e la sindattilia – malformazione congenita che si manifesta con la fusione di alcune o tutte le dita delle mani e dei piedi.

Cecilia è stata operata di labioschisi, dai medici volontari di Operation Smile, durante la missione medica internazionale in Madagascar nell’aprile del 2018 ed è proprio in quell’occasione che ha incontrato il nostro volontario Marcello Pozzi, specialista in chirurgia plastica ricostruttiva.

Tra tanti bambini è stata molto fortunata ad aver incontrato Marcello, un chirurgo italiano che si è reso disponibile ad operare la malformazione a mani e piedi con cui è nata Cecilia, oltre a quella al labbro” continua a raccontare Romain,” così dopo l’intervento di labioschisi ad aprile, ci siamo tutti adoperati per dare a Cecilia la possibilità di essere operata in Italia. Anche io sono stato molto fortunato, la Fondazione Operation Smile Italia Onlus mi ha dato l’opportunità di venire a Roma per seguire la nostra piccola paziente, assistere all’intervento chirurgico a bordo della portaerei Cavour, vedere il team dei volontari così uniti e coesi lavorare con professionalità, amicizia e amore. E’ stata un’esperienza davvero interessante che mi ha formato e arricchito professionalmente. Spero che questo sia solo l’inizio di una collaborazione tra Operation Smile Madagascar e Operation Smile Italia Onlus per trattare tutti quei pazienti non operabili in missione, che purtroppo sono molti”.

Cecilia è stata sottoposta all’intervento chirurgico a bordo della portaerei Cavour, il primo dicembre scorso, nell’ambito del progetto “Un Mare di Sorrisi” in collaborazione con la Marina Militare.

La bambina è venuta in Italia grazie al programma World Care Program di Operation Smile.

Il programma vede la collaborazione medico-chirurgica tra Paesi in aiuto di tutti quei pazienti, affetti da gravi patologie che, per la complessità degli interventi e delle cure post-operatorie, non è possibile trattare durante le missioni mediche dedicate alla cura delle schisi.

12-immagine-in-evidenza345
<
>