Le cure esistono, ma alcuni non possono accedervi

CONDIVIDI SU:

Grazie per esservi presi cura della mia bambina”, queste le parole che Zefa, mamma della piccola Martha, ha rivolto ai volontari di Operation Smile dopo l’operazione della piccola.

Prima figlia di una giovane coppia di contadini del Malawi, Martha è nata con il labbro leporino. Immediatamente dopo la nascita, individuata la malformazione al volto della bambina, i medici hanno informato i due genitori dell’esistenza di cure mediche in grado di correggere la malformazione.

Ma per una famiglia povera come quella della piccola Martha sapere che la medicina può fare qualcosa per la loro bambina non vuol dire riuscire a garantirle l’intervento chirurgico di cui ha bisogno. I costi delle cure e quelle degli spostamenti sono impossibili da coprire per famiglie come la loro. Da oltre 35 anni l’impegno di Operation Smile è quello di cambiare realtà come queste, per fare in modo che ogni persona al mondo riceva sempre le migliori cure esistenti, indipendentemente dal luogo di nascita o dalle possibilità economiche.

È stato grazie ad Operation Smile che la piccola Martha ha potuto essere sottoposta gratuitamente all’intervento chirurgico per chiudere la spaccatura del suo labbro.
Martha aveva un anno quando la missione è arrivata a Blantyre, una città a circa 70 chilometri dal suo villaggio e che la piccola e sua madre hanno raggiunto con un lungo viaggio in autobus e a piedi.
Qui Zefa ha conosciuto altre madri nella sua stessa condizione e ha condiviso con loro emozioni ed esperienze di vita vissuta nel crescere bambini con una malformazione.

E se il giorno dell’intervento Zefa era in preda a nervosismo e agitazione, la vista del nuovo volto di Martha subito dopo ha portato gioia e sollievo nel cuore della mamma. Oggi sono tornate a casa, felici e pronte ad affrontare il futuro con un sorriso.