International Student Leadership Conference

La 28°edizione dell’International Student Leadership Conference è terminata il 20 luglio.

Per una settimana 400 studenti dai 15 ai 18 anni, provenienti da 21 Paesi del mondo e coinvolti nel progetto Student Programs, si sono confrontati su un tema impegnativo “Caos, avversità e avventura”. Il caos è una costante nella vita di ogni persona, così come le sfide da affrontare, Operation Smile ispira gli studenti costantemente facendo capire loro che nella vita se ci si dedica al prossimo si riceve sempre molto più di quando si dà.

67117450_10156185204227111_7603771746780446720_o 67305972_10156185204347111_4271057831538458624_o
<
>

Molti i relatori, tra cui gli instancabili Cofondatori di Operation Smile Bill e Kathy Magee, che si sono avvicendati sul palco della Wake Forest University di Winston-Salem in North Carolina, per spiegare ai ragazzi che basta cambiare prospettiva per trasformare ogni ostacolo che la vita pone sul percorso individuale di ognuno in opportunità di crescita e in avventura. “Voi siete il futuro – ha detto Kathy Magee – e noi vogliamo che voi facciate parte di Operation Smile per sempre.”

L’ISLC ogni anno permette agli studenti di stringere nuove amicizie con coetanei di altri Paesi, confrontarsi sul volontariato e migliorare le loro capacità di leadership per fare la differenza nella vita di ogni persona che nel mondo è nata con una malformazione al volto.

Quest’anno l’Italia è stata rappresentata da due studentesse di sedici anni, Lavinia Elser e Januaria Gizzi, coinvolte nel progetto Student Programs in Italia da oltre 2 anni. Gli studenti durante l’anno partecipano agli incontri di formazione, agli eventi di sensibilizzazione e raccolta fondi della Fondazione Operation Smile Italia Onlus con l’obiettivo di garantire a tutte le persone nate con malformazioni al volto in Italia e nel resto del mondo le cure necessarie.

Al termine della conferenza le ragazze erano entusiaste: “Grazie all’ISLC ho trovato la motivazione e gli spunti per realizzare i miei sogni!” ha detto Lavinia; “grazie ad Operation Smile per dare a tutti l’opportunità di sorridere” ha concluso Januaria.

Lavinia e Januaria sono volate in North Carolina anche per prendere parte al Mission Training Workshop, la formazione obbligatoria che gli studenti devono seguire per poter partecipare ad una missione medica internazionale insieme ai volontari di Operation Smile, un’esperienza che cambierà loro la vita.