Soli? No, Solidali

In occasione della Giornata internazionale del lascito solidale la Fondazione Operation Smile Italia Onlus si unisce alle altre 21 Organizzazioni che aderiscono al Comitato Testamento Solidale per diffondere i dati della ricerca “Gli italiani e la solidarietà dopo il Coronavirus”.


Quasi 7 italiani su 10 dichiarano di avere fatto una donazione almeno una volta nella vita e nel primo semestre di quest’anno la percentuale di chi ha compiuto un gesto concreto è salita al 28%, rispetto al 21% dell’anno precedente.

Il 20% degli over 50 dichiara di aver fatto o di essere orientato a fare un lascito solidale in favore di un’organizzazione no profit, l’8% in più rispetto al 2018. Un totale di quasi 5 milioni e mezzo di persone.

Questi i dati della ricerca “Gli italiani e la solidarietà dopo il Coronavirus” promossa dal Comitato Testamento Solidale.

La pandemia ha cambiato la nostra visione della vita, ma non in peggio, visto che aumenta l’attitudine a pensare al futuro “degli altri”.

L’indagine ha coinvolto un campione di 1000 casi rappresentativo dei circa 40 milioni di italiani di età compresa tra i 25 e i 75 anni ed i dati sono incoraggianti: l’Italia post Covid-19 si riscopre altruista.

L’incremento rispetto al passato è importante: nel 2018 la percentuale di chi prendeva in considerazione l’idea di un lascito solidale era inferiore di ben 8 punti, al 12%.

La ricerca ribalta anche l’immaginario di una terza età distante dalla tecnologia e dalla rete mostrando una popolazione “silver” sempre più a suo agio con il web: internet e i siti delle organizzazioni risultano i canali più “graditi” per saperne di più.

Tra gli over 50, il segmento di popolazione più orientato all’idea di fare testamento, la crescita è molto netta: nel 2020 ha raggiunto l’80% (55% nel 2016 e 58% nel 2018).

 

“Abbiamo lanciato la campagna “Ti lascio un Sorriso” perché se potessimo disegnare il futuro lo vorremmo riempire e colorare di sorrisi. Quindi che cosa c’è di più bello di lasciare un sorriso!” ha detto Alessandra Corrias, Direttore Generale della Fondazione Operation Smile Italia Onlus.

I lasciti testamentari destinati alla Fondazione sono risorse preziosissime per garantire a sempre più bambini nati con una malformazione del volto le cure di cui necessitano.

Conoscere Operation Smile mi ha cambiato la vita. A circa due anni dal primo contatto ho scelto di devolvere a favore di Operation Smile Italia Onlus una parte del mio patrimonio personale. Questa decisione perché desidero lasciare qualcosa di grande e unico per i bambini che vivono con una malformazione al volto: la possibilità di essere curati, di crescere sani e di avere un futuro dignitoso.” Nelle parole di Romana, nostra sostenitrice, è racchiuso il senso più profondo della decisione di chi sceglie di donare una parte dei propri beni alla Fondazione: costruire qualcosa che vada oltre la propria esistenza.

Kathy Magee, Co-fondatrice e Presidente di Operation Smile con un piccolo paziente. Foto – Marc Ascher. Foto di repertorio scattata prima dell’emergenza Covid-19

“Quello che noi lasciamo in eredità alle nuove generazioni arricchirà le loro vite e la nostra, perché ognuno di noi è solidale con tutta l’umanità, quelle che ci hanno precedute e quella che ci succederanno” ha dichiarato il Dott. Mario Pollo, Professore di Pedagogia Generale e Sociale e di Psicologia alla Lumsa di Roma, esperto del Comitato Testamento Solidale, in occasione della Giornata internazionale del lascito solidale.