Avrebbe percorso qualsiasi distanza per aiutare i suoi gemelli

CONDIVIDI SU:

Lioia Maria Varega ha in braccio la sua Katerin, in attesa che i medici la vengano a prendere per portarla in sala operatoria.

Lioia e suo marito, Jorge, sono arrivati con i loro gemelli alla missione medica di Tegucigalpa, in Honduras. Il figlio Donaris è nato con una labioschisi unilaterale, la figlia Katerin, invece, ha una labiopalatoschisi bilaterale.

Donaris è stato già operato e sta giocando con la sua palla verde, mentre la sorella sta per entrare in sala operatoria.

La psicologa volontaria di Operation Smile mostra a Lioia e a tutti i genitori alcune immagini che spiegano cosa accadrà a breve ai loro figli.

Sebbene Lioia ascoltasse attentamente, lei già conosceva il processo. Lioia ha, infatti, un terzo figlio di 7 anni che ha già subito l’intervento chirurgico al labbro leporino, quando aveva 8 mesi.

“So che tutto andrà bene, ma sono comunque nervosa per la mia piccola” ha riferito Lioia alla nostra psicologa. “Quando i miei gemelli sono nati non ero così spaventata come è stato per il mio primogenito. Questa volta sapevamo cosa fare. Operation Smile ci avrebbe aiutato!”

Per raggiungere la missione a Tegugicalpa, l’intera famiglia ha camminato per due ore e ha fatto un lungo viaggio in pullman. Lioia ha detto: “qualsiasi distanza avrei dovuto percorrere non mi sarei mai fermata, dovevo assolutamente raggiungere la missione medica di Operation Smile.”

Donaris e Katerin sono stati operati.

Queste sono le parole con le quali la famiglia ha salutato i medici volontari in missione in Honduras: “Grazie a voi tutti e a chi sostiene Operation Smile. Senza di voi non avremmo potuto dare un futuro diverso ai nostri 3 figli!”