Giornata Internazionale della Copertura Sanitaria Universale

Celebriamo una giornata cruciale per non lasciare indietro la salute di nessuno


Cure mediche e accesso ai servizi sanitari essenziali sono un diritto fondamentale dell’uomo, un diritto che tutte e tutti dobbiamo pretendere e salvaguardare, e che va garantito al di là delle possibilità economiche di ciascuno.

Il 12 dicembre è la Giornata Internazionale della Copertura Sanitaria Universale e la Fondazione Operation Smile Italia Onlus aderisce ad una giornata che sensibilizza su un tema così importante.

La pandemia che ha travolto il mondo all’inizio del 2020 e che ancora oggi impatta pesantemente le nostre vite è solo il più recente e più evidente segnale di quanto la salute sia un aspetto cruciale della nostra esistenza non solamente come individui, ma anche come collettività.

Allora oggi cogliamo l’occasione, ancora una volta, per stare dalla parte di chi crede nell’uguaglianza tra le persone e nell’importanza di portare cure sicure, efficaci e tempestive a chiunque ne abbia bisogno, ovunque si trovi.

L’Agenda 2030 delle Nazioni Unite ci sprona a prenderci cura gli uni degli altri attraverso l’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile numero 3: “Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età”.

Salute e benessere, le due parole chiave di questo Obiettivo, sono da sempre la mission di Operation Smile, un’organizzazione che da quasi quarant’anni nel mondo e da oltre venti anni in Italia, si impegna per raggiungere e curare gratuitamente bambini e adulti nati con una malformazione del volto, in attesa di cure.

Lo facciamo portando, nei Paesi a basso e medio reddito, farmaci, attrezzature e personale medico; impegnandoci nella  formazione dei medici ed operatori sanitari locali, con l’obiettivo di contribuire al rafforzamento dei sistemi sanitari di questi Paesi, anche attraverso la ricerca, lo studio e la divulgazione in materia di salute.

Ci occupiamo di interventi chirurgici per curare le malformazioni cranio-maxillo-facciali come la labiopalatoschisi, ma anche, di programmi medici volti a migliorare la salute generale soprattutto dei pazienti più piccoli ed in difficoltà, affinché possano essere operati, e del supporto psicologico ai bambini ed alle famiglie lungo tutto il percorso di cure.

Visite pre operatorie, Guatemala. Foto: Carlos Rueda

Il 12 dicembre 2012 le Nazioni Unite hanno approvato all’unanimità una storica risoluzione esortando tutti i Paesi ad accelerare i progressi verso la Copertura Sanitaria Universale, considerata una priorità essenziale per lo sviluppo internazionale.

Ogni 12 dicembre i sostenitori di questo importante obiettivo, in tutto il mondo, si mobilitano per chiedere sistemi sanitari forti ed equi che non lascino indietro nessuno e continuano a fare pressione sui leader mondiali affinché realizzino davvero la promessa di quella risoluzione firmata nel 2012, ovvero #HealthForAll, salute per tutti.

Operation Smile offre da tanti anni il suo impegno in programmi di assistenza sanitaria, rivolti a chi nasce con una malformazione del volto, ed è a tutti coloro che hanno bisogno di cure, che continueremo ad offrire nei prossimi anni tutta la nostra esperienza, la professionalità e la capacità di raggiungere chiunque necessiti di cure chirurgiche essenziali e di trattamenti multi-specialistici, nei Paesi a basso e medio reddito dove siamo presenti.

Francesco Bellia, intensivista pediatrico, visita un piccolo paziente, Marocco. Foto: Jasmin Shah

Questo è l’appello della giornata Giornata Internazionale della Copertura Sanitaria Universale che anche noi desideriamo contribuire a diffondere.

Una salute accessibile a tutte e a tutti, una salute universale, è per Operation Smile la quotidianità di anni ed anni di impegno costante.
Oggi è anche un appello per i leader mondiali a sostenere chiunque si impegni per una causa così importante per la vita di tutte e tutti.

La ricompensa, per noi, sarà un mondo sempre più pieno di sorrisi.