Siete qui: Home > News & Eventi > News & Eventi 2018 > Prosegue la collaborazione tra Fondazione Operation Smile Italia Onlus e il Ministero della Difesa per “donare il sorriso” a tre bambini libici affetti da malformazioni al volto.

Prosegue la collaborazione tra Fondazione Operation Smile Italia Onlus e il Ministero della Difesa per “donare il sorriso” a tre bambini libici affetti da malformazioni al volto. 

per-home.jpg

16 gennaio, Roma 

Sono tre i bambini libici operati con successo il 13 gennaio, presso il Policlinico Militare Celio, dal team di volontari italiani della Fondazione, in collaborazione con la componente sanitaria militare dell’Esercito e della Marina Militare.

I piccoli Abdelmuez e Baraa sono ritornati a Roma per completare la ricostruzione del palato; insieme a loro è arrivata Tasneem, una bambina, anch’essa nata con labiopalatoschisi bilaterale completa, che era stata già operata in un ospedale in Libia. I piccoli, giunti in Italia con volo militare messo a disposizione dall’Aeronautica, sono stati segnalati dalla Task Force medica italiana presente a Misurata, nell’ambito dell’intervento di carattere umanitario “Operazione Ippocrate”.

Abdelmuez e Baraa erano stati operati al labbro all’età di 6 e 7 mesi lo scorso marzo, sempre al Policlinico Militare Celio, dal team di medici volontari della Fondazione Operation Smile Italia Onlus, che ha offerto le prestazioni chirurgiche a titolo gratuito in base al programma di assistenza medica internazionale “World Care Program”. Tale programma nasce come risposta all’esigenza di aiutare bambini e giovani adulti affetti da malformazioni gravi che, per la complessità degli interventi e per il lungo decorso post operatorio, non è possibile operare durante le missioni internazionali, ovvero pazienti che vengono segnalati dalle autorità italiane all’estero in quanto provenienti da Paesi in cui Operation Smile non è presente, come in questo caso.

“Continua la collaborazione con il Ministero della Difesa impegnato nella missione in Libia – sottolinea il dott. Domenico Scopelliti, Vice Presidente Scientifico della Fondazione Operation Smile Italia Onlus – e i piccoli pazienti sono tornati per la seconda volta, per completare il trattamento chirurgico; la terza bambina, invece, è stata sottoposta ad un intervento correttivo. Grazie a questa sinergia si aprono nuovi canali di collaborazione, di cui potranno beneficiare altri piccoli pazienti affetti da malformazioni al volto”.

La logistica e l’ospitalità dei minori e dei genitori è stata generosamente offerta dall’Associazione Kim Onlus. Lo Studio Legale Clifford Chance, da anni generosamente al fianco della Fondazione, ha contribuito al sostegno delle spese del progetto. I bambini sono stati accompagnati dal dott. Essam Ben-Hemieda, medico libico dell’Ospedale di Misurata, specialista in chirurgia maxillo-facciale e chirurgia plastica, che ha seguito i pazienti e le famiglie a Roma e che si occuperà dei controlli successivi in Libia. Le analisi cliniche preoperatorie sono state eseguite presso la clinica Nuova Villa Claudia, generosa sostenitrice della Fondazione, a titolo gratuito.

Foto

 

“Ogni bambino con una malformazione al volto è una nostra responsabilità. Se non ci prendiamo cura di lui, non c’è garanzia che qualcuno lo farà.”

- Kathy Magee, Co –Fondatrice e Presidente di Operation Smile